20 luglio 2018
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menų
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli pių letti:
febbraio 2018 gennaio 2018 dicembre 2017
EM Bond ad un crocevia decisivo
di Gaetano Evangelista - 27/06/2018
Fisiologica correzione o downtrend primario? fino ad ora l'andamento dei bond emergenti ha seguito il profilo tipico di uno dei non pochi storni che questo ciclo ha regalato agli investitori per meglio posizionarsi. In effetti gli indicatori di momentum segnalano un livello di (moderato) ipervenduto non dissimile da quello fatto registrare durante il taper tantrum del 2013, e in...
 
Che noia questo mercato
di Bernie Schaeffer - 19/07/2018
Non si registrano grosse sorprese nel mercato azionario in questi giorni; e non si tratta soltanto di un modo di dire: ne ho le prove. Sono passati più di 100 giorni da quando lo S&P500 o il VIX hanno toccato il massimo o il minimo delle ultime 52 settimane. L'ultimo episodio simile risale a febbraio, quando il VIX schizzò sopra i 50 punti, per poi chiudere appena sotto i 40 punti.(segue)
Che cosa č cambiato dalla fine del 2017?
di Alvin A. River - 19/07/2018
Dall'inizio dell'anno l'indice delle borse mondiali, con esclusione di quella USA, denuncia una contrazione del 3.7%; l'Eurostoxx50 perde terreno, seppur in misura più contenuta. Wall Street sale esclusivamente grazie al contributo delle società del FAAMG, che capitalizzano più di 4 trilioni di dollari: più delle ultime 280 società dello S&P500. Per restare all'Europa...(segue)
A Piazza Affari il peggio č passato? solo a queste condizioni...
di redazione - 18/07/2018
«La stagione degli utili è ancora agli inizi, ma si parla un po’ ovunque di crescita degli EPS superiore al 20%. Proprio perché la notizia è arcinota, le borse non se ne curano. Difficilmente si ricorda un periodo in cui, dopo due trimestri dalla crescita dei profitti superiore al 20%, facciamo i conti con un indice poco più che positivo».(segue)
E se l'inflazione stesse svoltando verso il basso?
di Gaetano Evangelista - 17/07/2018
L'inflazione è destinata a salire per colpa del boom delle fonti di energia? o, più probabilmente, la crescita registrata dall'inflazione già sconta il passato aumento delle quotazioni del petrolio? sovrapponendo le due misure, verrebbe da propendere per la seconda interpretazione; a condizione che si compari, come è logico, l'inflazione con la variazione del prezzo del Crude Oil...
(segue)
Ci dobbiamo fidare di questa rottura?
di Bernie Schaeffer - 16/07/2018
Il mercato è andato forte la settimana scorsa, con la prospettiva di un andamento esaltante degli utili, con le buone notizie provenienti dalla Cina, e con il recente superamento delle resistenze: lo S&P è alle prese con il massimo del 13 giugno coinciso con l'ultimo aumento dei tassi ufficiali da parte della Fed. Inizialmente i Tori sono stati respinti, con l'amministrazione Trump...(segue)
Come eravamo (Germania contro tutti)
di Alvin A. River - 16/07/2018
L'euro è maggiorenne. Un bilancio definitivo è ancora prematuro, ma si può già iniziare a fare qualche considerazione. A condizione di dividere in due periodi gli ultimi 18 anni. Nella prima fase, tutte le economie europee hanno migliorato il proprio tenore di vita: e in termini assoluti, e (soprattutto) nei confronti della Germania. Prendiamo l'Italia, ad esempio: nel 1999...(segue)
Trump č nemico del commercio internazionale?
di Gaetano Evangelista - 13/07/2018
Nella narrativa corrente, il controverso presidente degli Stati Uniti passa per un nemico del commercio internazionale. Smantellatore di consuetudini e istituzioni radicate, per via delle minacce verbali a cui quasi mai è seguito atto concreto. Basti pensare che le misure finora approvate ed operative riguardano importazioni per 50 miliardi di dollari, e produrrebbero...(segue)
Forex Portfolio: Speciale Messico
di redazione Forex - 12/07/2018
In Messico il mercato aspetterà probabilmente le mosse del nuovo presidente Obrador prima di prendere una direzione precisa e questa appare in linea con la previsione di un Trump che dovrebbe continuare a mostrare il muso duro almeno fino alle elezioni di midterm. Il trading range tra i massimi storici di UsdMxn e il supporto di area 18.5/19 appare a questo punto...(segue)
Cosa aspettarci per la seconda metā dell'anno
di Bernie Schaeffer - 12/07/2018
Siamo entrati nel terzo trimestre dell'anno: tipicamente il più fiacco per Wall Street. È l'unico quarto dell'anno a vantare una performance media negativa negli ultimi cinquanta e vent'anni. Si tratta certo di risultati su cui non si può appoggiare una strategia vera e propria. Per cui in questo articolo mi soffermerò su quanto occorso nella prima metà di questo 2018...(segue)
La checklist dell'Orso di Citi
di Alvin A. River - 11/07/2018
Si accende definitivamente il terzo "semaforo rosso" nella bear market checklist stilata da Citi. La banca americana ha esaminato tutti i parametri che si attivarono prima dei massimi del 2000 e del 2007: fondamentali, sentiment, stato di salute delle aziende, profittabilità e tassi di interesse. Lo scopo è quello di chiarire la permanenza di una condizione di fondo che rende ragionevole...(segue)
Il ribasso sul rame č ancora all'inizio
di Gaetano Evangelista - 10/07/2018
Credo che il ribasso del rame sia ancora agli albori. Mi rendo conto che ciò equivale ad esprimere una certa visione sulla congiuntura economica globale (francamente non sono così catastrofista...), ma proprio i dati del CoT - l'ultimo aggiornamento è finalmente arrivato ieri sera - non inducono alcun ottimismo. Come si ricorderà, i Commercial hanno ammassato da tempo...(segue)
UsdRub: un cambio addormentato
di redazione Forex - 10/07/2018
Il 16 luglio Donald Trump incontrerà Putin a Helsinki e quello sarà probabilmente l’evento clou del settimo mese dell’anno dal punto di vista geopolitico ma non solo. Il Rublo russo ha captato da settimane l’importanza del meeting con una prudenza inusuale almeno in termini di range mensile per il cambio UsdRub. Dobbiamo infatti tornare ad aprile 2014 pere avere un...(segue)
Aumenta il pessimismo, nell'indifferenza degli indici
di Bernie Schaeffer - 09/07/2018
La settimana breve inframezzata dalla Festività dell'Indipendenza è stata un successo per i Tori, con lo S&P500 spintosi oltre i 2740 punti, riducendo in tal modo la possibilità che si concretizzi il testa e spalle ribassista a cui abbiamo accennato la passata settimana. Sembra che il solito schema di un mercato piatto nelle settimane successive ad una riunione del FOMC in cui...(segue)
Il vantaggio fondamentale europeo
di Alvin A. River - 09/07/2018
Gli investitori sul mercato azionario sono costantemente compensati con un premio per il rischio: in linea di principio, la remunerazione corrisposta dal mercato azionario ("earnings yield"; l'opposto del Price/Earnings) supera di un certo margine il rendimento conseguibile da attività finanziarie prive di rischio; tipicamente, Treasury USA decennali. L'evoluzione di questo premio...(segue)
Primi sintomi di piena occupazione
di Gaetano Evangelista - 06/07/2018
Il mercato del lavoro incomincia a mostrare qualche segno di stress. Per la prima volta, dopo almeno 17 anni, i disoccupati registrati sono in numero inferiore rispetto ai posti di lavoro disponibili. Il tasso di disoccupazione ufficiale negli Stati Uniti si attesta sotto il "NAIRU", fissato da diversi organismi ben sopra il 4.0%. E le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono...(segue)
S&P: sotto quota 2700, cento punti di perdita
di Bernie Schaeffer - 05/07/2018
Trovo interessante una circostanza maturata la scorsa settimana, a proposito della scadenza delle opzioni settimanali sullo SPY, il popolare ETF sullo S&P500. Il rimbalzo del mercato dai minimi ha comportato la scadenza senza valore di una valanga di opzioni put, al pari di un consistente numero di opzioni call dalle basi troppo elevate: 275, 279 e 280 dollari.(segue)
Il canarino nella miniera cilena
di redazione Forex - 05/07/2018
Come ha osservato giustamente Gaetano Evangelista nel suo Rapporto Giornaliero è più che mai opportuno andare a verificare lo stato di salute di alcuni “canarini” nella miniera per prendere le dovute contromisure in ottica strategica qualora la loro vitalità dovesse cominciare a calare. Uno di questi a nostro modo di vedere è il rapporto di cambio tra Dollaro Usa e Peso...(segue)
L'ombra della Cina sulla performance delle borse
di Alvin A. River - 04/07/2018
C'é legittimo disappunto per la performance deludente delle borse nella prima metà di quest'anno. Wall Street ha conseguito di fatto un saldo nullo: lievemente positivo per lo S&P500, lievemente negativo per il Dow Jones Industrial. Da tenere presente oltretutto l'andamento vivace della volatilità, che ha sacrificato sensibilmente le performance "risk-adjusted" per gli investitori.(segue)
Economia USA in boom: come reagirā Wall Street?
di Gaetano Evangelista - 03/07/2018
In una risposta ad un quesito di un lettore, oggi, ci siamo soffermati sull'eccezionale performance annunciata per l'economia americana per il trimestre appena trascorso. Il PIL USA dovrebbe crescere almeno del 4%, non meno del 3%. Conferme giungono dall'ISM Index, il sondaggio condotto fra i responsabili degli acquisti delle corporazioni a stelle e strisce...(segue)
Quanti margini ancora verso l'alto per lo S&P?
di Bernie Schaeffer - 03/07/2018
Una settimana fa mi sono soffermato sui livelli di supporto di mercato, alla luce della tendenza di Wall Street a consolidare subito dopo le riunioni del FOMC che si risolvono in un aumento dei tassi di interesse. Naturalmente lo stigma è ricaduto sulle tensioni commerciali fra Stati Uniti e Cina, ma non si può fare a meno di notare come i massimi più recenti siano stati registrati...(segue)
Le vittime valutarie dei dazi
di redazione Forex - 02/07/2018
Non siamo ancora in una “trade war” conclamata, ma di certo i mercati stanno cominciando a scommettere sul rischio che alcune aree economiche hanno una elevata probabilità di subire dei danni economici rilevanti nei prossimi mesi. È il caso certamente del mondo emergente dell’Est Europa e soprattutto dell’Asia con riferimento in particolare alle economie più piccole e...(segue)