23 giugno 2018
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
febbraio 2018 gennaio 2018 dicembre 2017
Come giudicare la politica monetaria globale?
di Gaetano Evangelista - 30/05/2018
Nell'eterna discussione sulle condizioni effettive della politica monetaria globale, possiamo aggiungere questa ulteriore considerazione. In termini assoluti il tasso medio di intervento delle banche centrali occidentali (Federal Reserve, Banca Centrale Europea, Bank of England) è oggettivamente contenuto, allo 0.75%: tre quarti di punto percentuale. Certo...
 
Piazza Affari minacciata dall'Orso. Verso nuovi minimi?
di redazione - 22/06/2018
«È evidente che gli Stati Uniti godono di un vantaggio nei confronti di Cina ed Europa: economie notoriamente votate all’esportazione. Fino ad ora i mercati sono rimasti quieti, nella consapevolezza che si trattasse di un Chicken game: una prova muscolare dell’amministrazione americana, che serviva a guadagnare una posizione di forza nelle trattative vere e proprie».(segue)
Un barometro per il mercato valutario
di redazione Forex - 21/06/2018
Gli abbonati a Strategie Valutarie conoscono e apprezzano da tempo il nostro "FX Barometer": uno strumento agile e immediato per districarsi nel complesso ma profittevole mercato internazionale dei cambi. Supplemento mensile del rapporto citato, il barometro esprime per ogni valuta tre giudizi: semaforo verde (acquistare), giallo (accumulare a più riprese) e rosso...(segue)
L'euro/dollaro e la razionalità dei mercati
di Gaetano Evangelista - 21/06/2018
Concettualmente è logico che una valuta si deprezzi se ne aumenta la quantità in circolazione, e si rivaluti nel caso contrario. Nei rapporti bilaterali, la svalutazione sarà subita dal cambio la cui banca centrale appare più aggressiva rispetto all'omologa; per cui, in parole povere, sarebbe naturale aspettarsi che l'euro si deprezzi contro dollaro, nella misura in cui la BCE continua...(segue)
Cosa indica la sovraperformance delle midcap?
di Bernie Schaeffer - 20/06/2018
Mentre il Russell 2000 è su nuovi massimi storici, lo S&P al confronto appare attardato. Si tratta della sovraperformance, quella delle small cap, più consistente dal 2010. Dicono che sia bullish quando a guidare le danze siano le smalle cap perché comprova la preferenza per il rischio da parte dei piccoli investitori. Oggi vedremo se le analisi confermano tale assunto.(segue)
Dal mercato del lavoro un "alert" per l'Equity
di Alvin A. River - 20/06/2018
La locomotiva economica americana continua a sfornare ogni mese nuovi posti di lavoro: 189 mila al mese, in media, nell'ultimo anno e mezzo: da quando l'amato/odiato Trump è stato eletto al vertice della Casa Bianca. Questa produzione di buste paga ha spinto il tasso di disoccupazione (UR) ben al di sotto del cosiddetto "NAIRU". Trattasi del livello di disoccupati il cui conseguimento...(segue)
Il ribasso dei Corporate IG non è ancora finito
di Gaetano Evangelista - 19/06/2018
L'inversione di tendenza sui corporate bond di maggiore qualità ha superato ormai i tre mesi di anzianità. Risale infatti al 13 marzo scorso il superamento della media mobile spartiacque, da parte dello spread fra obbligazioni dal rating "BBB" e lo yield dei Treasury decennali. Con ciò, si ribalta il segnale di acquisto scattato ad aprile 2016, quando lo spread scese sotto i 208...(segue)
Il contagio argentino nel mondo LATAM
di redazione Forex - 19/06/2018
Non ci sono grandi strumenti operativi disponibile all’investitore al dettaglio per investire in Pesos argentini, ma l’andamento della moneta locale crediamo risulti fondamentale per la stabilità dell’intera panorama emergente LATAM di cui il Peso brasiliano è un’esponente di rilievo. USDARS è letteralmente decollato da inizio anno con la valuta argentina che ha perso il 45%...(segue)
I gestori attivi sono pienamente investiti in borsa
di Bernie Schaeffer - 18/06/2018
Finalmente mercoledì è sopraggiunto l'evento di cui abbiamo parlato ripetutamente nelle ultime settimane : la riunione del FOMC che ha condotto ad un nuovo aumento dei tassi di interesse. Certo non sono mancate le notizie di spicco: il summit fra Stati Uniti e Corea del Nord, e le nuove tariffe approvate da Trump nei confronti della Cina. Ma l'attenzione di tutti era rivolta alla Fed...(segue)
Tutti pazzi per il caffé (che però rende nervosi)
di redazione - 18/06/2018
C'é poco da fare. Una consistente fetta di trader preferisce l'ebrezza del cogliere il minimo, al profitto maggiore e più sicuro che discende dal cavalcare le tendenze affermate. Sul future sul caffè si assiste a questo fenomeno: i cacciatori di minimi imperversano. Il Commitment of Traders ci fornisce una mano decisiva in tal senso; e il nostro CoT Index Report lavora al meglio per...(segue)
Da dove discendono i mali dell'Italia?
di Alvin A. River - 13/06/2018
Un recente rapporto di Natixis inchioda l'Italia alle sue responsabilità esclusive (si vede che in questo periodo non andiamo granché a genio ai francesi). La ripresa nell'Eurozona è ripartita anche prima dell'avvio del programma di acquisto di titoli da parte della BCE ad inizio 2015: lo si desume dal fatto che il tasso di disoccupazione continentale, solitamente variabile lagging...(segue)
Meglio oro o petrolio?
di Gaetano Evangelista - 13/06/2018
Non passa inosservata la debolezza manifestata dall'oro rispetto all'andamento devastante del petrolio degli ultimi due anni e mezzo. A febbraio 2016 occorrevano 45 barili di greggio WTI per ottenere un'oncia di metallo giallo; oggi il rapporto è sceso a 20 volte, e poche settimane fa lo sconto era ancora più consistente. In termini relativi, il deprezzamento supera...(segue)
L'analisi intermarket applicata all'Eur/Gbp
di redazione Forex - 12/06/2018
La forza dell’Euro dettata dalla speculazione del mercato circa il probabile annuncio giovedì prossimo da parte della BCE della data di uscita dal piano di riacquisto di titoli obbligazionari, non ha inciso granchè sul cross EurGbp, imballato in un trading range sempre più stretto. Range ristretto, ma molto vicino a quella trend line che da settembre 2017 guida la fase...(segue)
L'impiego del CESI nell'allocazione di portafoglio
di redazione - 12/06/2018
«I mercati finanziari non sono condizionati dalle notizie "buone" o "cattive". L'importante è che siano "migliori" o "peggiori": rispetto alle precedenti aspettative degli economisti. Si ottengono così indicatori che misurano costantemente la capacità di far meglio o peggio delle previsioni. Questi indici si rivelano utilissimi nell'allocazione del portafoglio azionario».(segue)
Alti e bassi a Wall Street prima delle scadenze tecniche
di Bernie Schaeffer - 11/06/2018
Entriamo in una settimana ricca di appuntamenti. Archiviato il G7 canadese, domani il presidente Trump si incontrerà a Singapore con il leader nordcoreano Kim Jong-Un, al quale potrebbe concedere un allentamento delle sanzioni in cambio della denuclearizzazione della Corea del Nord. Ma il piatto forte è atteso per mercoledì, quando il FOMC si pronuncerà...(segue)
Le sorprese negative affossano i listini azionari?
di Alvin A. River - 11/06/2018
Si discute molto in questi giorni del marcato rallentamento della crescita economica globale, e nell'Eurozona in particolare. Una frenata ben anticipata dagli indici delle sorprese economiche, in letterale caduta libera da mesi; al punto da essere scesi ora sotto i -100 punti nel Vecchio Continente. Ci si chiede cosa comporti ciò per le sorti dei mercati azionari più coinvolti. Il campione...(segue)
Euro/Dollaro: eppur dovrebbe salire…
di Gaetano Evangelista - 08/06/2018
I mercati finanziari sono governati da meccanismi raramente visibili ad occhio nudo, e talvolta difficile da scovare anche all’occhio esperto. Prendiamo l’euro: cresciuto per tutto lo scorso anno e sceso soltanto nell’ultimo mese e mezzo. E sì che di motivi per salire ne aveva ben pochi: Trump promette(va) un dollaro forte, la Fed sta aumentando in continuazione i tassi...(segue)
Vittime “emergenti”
di redazione Forex - 08/06/2018
Il rapporto di cambio UsdMxn è entrato nel suo periodo stagionale migliore, ovvero il bimestre maggio-giugno. Negli ultimi 30 anni nel mese di maggio UsdMxn è salito in 22 casi su 30; stessa statistica nel mese di giugno e quindi ancora prudenza sul Peso messicano come da settimane stiamo scrivendo sul nostro rapporto settimanale dedicato al Forex “Strategie Valutarie”.(segue)
Rame in ribasso, greggio in rialzo: e lo S&P?
di Bernie Schaeffer - 07/06/2018
Il rame è massicciamente impiegato nei processi produttivi, mentre il petrolio è la fonte di energia per antonomasia. Non è un caso che queste due materie prime sono considerato al pari di un indicatore economico. Giova dunque esaminarne l'andamento, congiuntamente all'evoluzione dello S&P500. Il greggio è ancora in crescita del 10% rispetto all'anno scorso, mentre...(segue)
Quando arriverà il bear market a Wall Street?
di Gaetano Evangelista - 06/06/2018
L'attività a Wall Street si sta facendo sempre più polarizzata. Al NYSE, le sedute in cui il rapporto fra azioni in ribasso e azioni in rialzo (A/D), il suo reciproco (D/A) risulta superiore a 2 volte, sono state ben 41 negli ultimi 100 giorni: praticamente due volte a settimana le azioni in rialzo sono il doppio di quelle in ribasso, ovvero viceversa. Lontani sono i tempi in cui questa statistica...(segue)
La cinghia di "trasmissione macro" cinese
di Alvin A. River - 06/06/2018
Mentre l'attenzione di tutti è puntata sulle grandi questioni geopolitiche - dalle tensioni a Washington alle prospettive di pace in Corea, dalla guerra civile in Siria al neonato governo italiano - lontano da noi, a Pechino, le autorità continuano con la loro manovra restrittiva. L'impulso fiscale è in ridimensionamento, e l'offerta di moneta si contrae a livelli che non si sperimentavano...(segue)
Per il Rublo sarebbe ora di "Sell"
di redazione Forex - 05/06/2018
Si sta chiudendo la finestra positiva sul Rublo russo? A giudicare dall’analisi tecnica la maxi fiammata del 9 aprile quando le nuove sanzioni decise dall’America colpirono duro il Rublo sembra essere stata completamente riassorbita. EurRub si sta muovendo da oltre 1 anno all’interno di un canale rialzista sollecitato nella sua parete inferiore proprio a gennaio e...(segue)
Attenzione a quota 2750 punti di S&P500
di Bernie Schaeffer - 05/06/2018
Le vendite della passata settimana sono state alimentate dall'incertezza politica in Europa, combinata con i rinnovati timori di tensioni commerciali. Lo SPY è sceso ai livelli più bassi delle ultime tre settimane, restando appena sopra i livelli di chiusura del 2017 e la media mobile a 80 giorni: un supporto decisamente degno di nota. Si sono riaffacciati i compratori sui...(segue)
Attenzione agli eccessi di ottimismo degli analisti
di Gaetano Evangelista - 04/06/2018
L'eccesso di rialzisti rischia di provocare una indigestione al mercato. Negli ultimi due anni in media gli analisti che nutrono un orientamento bullish sulle prospettive del mercato azionario, sono stati quasi il 55% del totale. Non è poco: si tratta del sentiment su questo arco temporale più consistente degli ultimi quarant'anni. Anche se limitassimo l'indagine a circostanze...(segue)
Lo stress si sta impadronendo ora degli investitori
di Alvin A. River - 31/05/2018
Il rallentamento del ritmo di crescita dei bilanci delle banche centrali inizia ad impensierire anche i gestori e gli analisti più convinti delle capacità dei mercati azionari di far bene nei mesi a venire. La Fed si sta disimpegnando, e in misura anche piuttosto consistente. La BCE sta progressivamente riducendo il programma di acquisti di titoli, con l'obiettivo di azzerare la creazione...(segue)