23 settembre 2018
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
febbraio 2018 gennaio 2018 dicembre 2017
La valutazione "reale" del mattone italiano
di Gaetano Evangelista - 08/08/2018
I dati del primo trimestre inducono ad un cauto ottimismo: le quotazioni si risollevano in misura più decisa, dopo la timida comparsa del "segno più" in occasione del quarto trimestre dello scorso anno. La contrazione è stata brutale: al netto dell'inflazione, il mattone italiano si è svalutato del 32% negli ultimi dieci anni: una svalutazione senza precedenti dal 1970 ad oggi. Interessante il...
 
Azionario > Wall Street
Wall Street: in trading range fino alla fine del mese
di Bernie Schaeffer* - 10/09/2018

Fino al 1° agosto, nei casi in cui il FOMC non aumentava i tassi in occasione di una riunione ufficiale, a fronte di un registrato pessimismo da parte degli investitori alla vigilia della riunione; il mercato azionario americano vantava una probabilità dell'83% di crescere il mese successivo; in media, del +2.4%. All'inizio del mese scorso la Fed ha rispettato le attese, non toccando i tassi; e lo S&P500 è salito ad un nuovo massimo storico alla fine del mese, crescendo del 3.8%: anche più dell'atteso.
A tre settimane dal prossimo appuntamento con il braccio operativo della banca centrale americana, gli operatori portano a casa parzialmente i profitti. L'euforia è venuta meno con la fine della stagione delle trimestrali, e gli operatori si concentrano sui dati macro, in particolar modo le notizie sulla "guerra" commerciale fra Stati Uniti e resto del mondo. Molti strategist nelle ultime settimane hanno lanciato l'allarme circa la sostenibilità del corrente bull market. Le vendite non hanno colto alcuno di sorpresa, se non per la persistenza delle medesime. Dal punto di vista tecnico diversi elementi fanno propendere per un mercato laterale fino alla fine del mese: ad esempio, lo S&P è salito sopra i 2900 punti, ma il break è durato poco e un pullback ha immediatamente riportato il mercato al di sotto di questa soglia. Il massimo di gennaio ha retto, non senza fatica, e gli operatori confidano ora in un recupero che eviti situazioni imbarazzanti.


Trovo suggestivo rilevare che uno dei motivi per cui gli analisti di Citi hanno emesso il loro warning, è l'eccesso di ottimismo. Secondo Investors Intelligence il 60% degli advisor è bullish sul mercato: è il dato più alto da gennaio. Anche i piccoli investitori sono più bullish rispetto all'inizio di agosto.
Altre misure del sentiment tuttavia non sono così preoccupanti. Ad esempio, il put/call volume ratio azionario non è ancora a livelli che prescrivono cautela, come si può notare dalla figura in alto.

* Todd Salamone per Schaefferresearch.com


Per favore, dai un voto a questo articolo:
Eccellente Buono Sufficiente Mediocre Scarso
Vuoi essere informato sull'uscita di nuovi commenti su smartTrading?
Clicca qui: riceverai tutti i giorni, gratuitamente, l'analisi tecnica dell'indice Mibtel e il sommario delle analisi postate su sT.