12 dicembre 2017
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menų
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli pių letti:
dicembre 2017 novembre 2017 ottobre 2017
 
Mercati finanziari > Forex
Al dollaro USA piace essere atteso
di Gaetano Evangelista - 22/11/2017

Malgrado il recupero degli ultimi due mesi e mezzo, oggettivamente il dollaro appare in ritardo: perlomeno con riferimento al differenziale di rendimento a 10 anni fra Stati Uniti e Germania. Lo spread 10y ha descritto egregiamente in questi anni l'evoluzione del biglietto verde; qui impersonificato dal Dollar Index calcolato da Bloomberg. Fino all'inizio della seconda metà di luglio: quando si è creata una frattura, non ancora sanata.
Un rapido esame visivo lo conferma: il corrente differenziale, pari a circa 200 punti base, è stato registrato alla fine dello scorso inverno; quando il BBG Dollar Index quotava non molto sotto i 1350 punti.


Dai livelli correnti, ciò implicherebbe un allungo quantificabile nel 4-5%. In termini di Euro/Dollaro, ciò implicherebbe un cambio a 1.123 dollari: è il nostro obiettivo, in effetti: fino a quando l'Eur/Usd non chiuderà oltre quota 1.188 dollari.


Per favore, dai un voto a questo articolo:
Eccellente Buono Sufficiente Mediocre Scarso
Vuoi essere informato sull'uscita di nuovi commenti su smartTrading?
Clicca qui: riceverai tutti i giorni, gratuitamente, l'analisi tecnica dell'indice Mibtel e il sommario delle analisi postate su sT.