19 novembre 2017
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
novembre 2017 ottobre 2017 settembre 2017
La borsa corre troppo rispetto ai fondamentali?
di Gaetano Evangelista - 10/10/2017
I detrattori sono soliti denunciare uno scollamento del mercato azionario dai fondamentali macro: come nella favola della volpe e l'uva di Esopo, ciò che è irraggiungibile è acido o poco desiderabile. Atteggiamento utile a lenire le ferite dell'ego provocato da nove anni di dissonanza cognitiva. Se infatti compossimo lo sforzo di confrontare l'andamento di...
 
Azionario > Wall Street
Avvisaglie di consolidamento per lo S&P500
di Bernie Schaeffer* - 13/11/2017

Per la seconda volta negli ultimi due mesi, la passata settimana lo S&P è sceso sotto la sua media a 20 giorni: ma ciò non ha impedito all'indice di terminare l'ottava pressoché invariato. Alcuni operatori lamentano il timore che l'amministrazione non riesca a far approvare la riforma fiscale, ma il recupero di Wall Street è incominciato proprio quando, giovedì pomeriggio, si è sparsa la voce che il taglio delle imposte sulle società sarebbe entrato in vigore al più tardi nel 2019.
Dal punto di vista tecnico si nota come il popolare RSI a 14 giorni sia tornato al di sotto della soglia dei 70 punti, che convenzionalmente identifica l'ipercomprato. Nel passato, tale comportamento ha anticipato i consolidamenti: non si tratta di un segnale di lungo periodo, non necessariamente, ma è un rischio che i Tori devono ora tenere in debito conto.


Di recente si discute di deterioramento dell'ampiezza di mercato. Con questo concetto si tenta di ponderare la direzione del mercato analizzando il numero delle società in salita rispetto a quelle in contrazione. L'indicatore qui in basso mostra questa misura, cumulata nel tempo. Si può notare come la passata ottava l'ampiezza abbia realizzato un massimo decrescente, prima di tornare a calare.
Ancora una volta, questo è un segnale negativo minore, che inizierebbe ad impensierire solo se si esasperasse la discesa.


Il sentiment continua ad inviare segnali contrastanti. Non si vede alcuna euforia, ma è innegabile un certo ottimismo. Ad esempio, i volume sulle call sul VIX sono ai minimi da gennaio, in termini di media a 20 giorni. Poiché queste opzioni salgono in condizioni di incertezza, e spesso sono state usate come riparo dai ribassi di mercato, il fatto che vadano così poco di moda testimonia un certo clima di compiacenza.
D'altro canto, però, il sentiment fra gli operatori professionali misurato dalla National Association of Active Investment Managers (NAAIM) evidenzia un sentiment inferiore alla media storica, e correntemente ai minimi dell'ultimo anno e mezzo.

* Todd Salamone per Schaefferresearch.com


Per favore, dai un voto a questo articolo:
Eccellente Buono Sufficiente Mediocre Scarso
Vuoi essere informato sull'uscita di nuovi commenti su smartTrading?
Clicca qui: riceverai tutti i giorni, gratuitamente, l'analisi tecnica dell'indice Mibtel e il sommario delle analisi postate su sT.