12 dicembre 2017
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
dicembre 2017 novembre 2017 ottobre 2017
Basso rischio bolla per l'equity: il Ftse Mib farà ancora bene?
di redazione - 24/10/2017
«Penso ci sia ormai una bolla nel numero di volte che è invocata la presenza di una bolla. Trovo sia un aspetto salutare: è sano scetticismo che contribuisce alla preservazione della tendenza positiva. Nulla di nuovo: è fenomeno visto per tutti gli ultimi quasi nove anni di bull market. Da 0 a 100 la probabilità di trovarci in bolla in questo momento è 24».
 
Azionario > Wall Street
La prossima resistenza sullo S&P500
di Bernie Schaeffer* - 09/10/2017

Se investite in borsa, apprezzerete il modo con cui Wall Street ha inaugurato il quarto trimestre. Lo S&P è salito nei primi quattro giorni della scorsa settimana, al pari del Nasdaq e dell'indice Russell 2000 delle medie capitalizzazioni. Lo stesso S&P, il Dow Jones Industrial e il Dow Transportation hanno raggiunto nuovi massimi storici.
Questa settimana contrassegna l'avvio della stagione trimestrale degli utili. Dopo aver appreso delle intenzioni sempre più nette da parte della Fed di aumentare i tassi a dicembre, registreremo le nuove tendenze dei prezzi al consumo e alla produzione, oltre all'andamento delle vendite al dettaglio. Vedremo come reagirà lo S&P all'ingresso nella settimane di scadenze tecniche mensili. Come si può notare dalla figura in basso, c'è un muro di opzioni put base 255, dove è concentrato il 25% delle posizioni complessivamente in essere, che minaccia di contenere l'avanzata di mercato. Dovesse essere superata quota 2550 punti, lo scenario prevede la corsa dei venditori di call a ricomprare le opzioni nel tentativo di arginare le perdite, e questo aggiungerebbe benzina al fuoco del rialzo.


In caso di ripiegamento, nell'immediato, quota 250-251 dollari per lo SPY si candida ad arginare il movimento: 250.06 dollari fu la chiusura concomitante con il FOMC del 20 settembre, risoltosi in un nulla di fatto; a 250.70 passa la media mobile a 20 giorni, a 250 dollari c'é una base che "ospita" diverse opzioni call e put.
Il momentum suggerirebbe di mantenere un atteggiamento bullish, con i ribassisti che sarebbero costretti a ricoprire le posizioni in perdita.

* Todd Salamone per Schaefferresearch.com




Per favore, dai un voto a questo articolo:
Eccellente Buono Sufficiente Mediocre Scarso
Vuoi essere informato sull'uscita di nuovi commenti su smartTrading?
Clicca qui: riceverai tutti i giorni, gratuitamente, l'analisi tecnica dell'indice Mibtel e il sommario delle analisi postate su sT.