23 maggio 2017
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menų
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli pių letti:
maggio 2017 aprile 2017 marzo 2017
 
Mercati finanziari > Emerging Markets
Spostamenti di allocazione negli EM
di Gaetano Evangelista - 12/05/2017

Ci sono alcune criticità che incominciano ad emergere negli EM. Pressata dalla bolla del credito, la Cina incomincia a tirare i remi in barca: i tassi di interesse crescono, e lo stimolo fiscale si riduce. La stretta del credito inizia a farsi sentire sulla crescita delle importazioni, che declina: a tutto svantaggio delle economie che esportano materie prime verso Pechino. Ma non solo: Taiwan e Corea del Sud, che pur dovrebbero godere del ribasso delle commodity, propongono borse dall’elevata correlazione con l’andamento di petrolio e metalli ad uso industriale.

Questa evoluzione inizia però a produrre contraccolpi nei rapporti di forza fra le economie emergenti: con quelle importatrici di materie prime che, al margine, risultano meno penalizzate rispetto a quelle “produttrici”.
Rischi così di deragliare il periodo di risk-on che ci ha accompagnato negli ultimi due anni: un periodo ben sintetizzato dal rapporto EM LatAm/Asia.


Il rapporto manifesta da diversi anni una evidente pendenza discendente. In linea con l’andamento delle commodity – per certi versi evidentemente speculare rispetto a quello del mercato azionario globale – il confronto fra MSCI Emerging Latin American e il MSCI Emerging Asia ha manifestato una inclinazione negativa; che pur non ha escluso occasionali rimbalzi. Uno di questi è occorso dall’inizio del 2015 all’inizio di quest’anno: quando è stata sollecitata la parete superiore del canale discendente.
Questa circostanza ha indotto negli ultimi mesi una revisione dell’allocazione strategica: pur nell’ambito di un sottopeso tuttora assegnato alle borse EM, è stato ridotto il peso delle borse del Sudamerica, a tutto vantaggio dei listini asiatici: Taiwan, Corea e Hong Kong, in particolare.
Bisogna essere preparati all’evenienza che il rapporto proceda verso il basso, fino al confine inferiore del percorso manifestatosi nell’ultimo decennio.





Per favore, dai un voto a questo articolo:
Eccellente Buono Sufficiente Mediocre Scarso
Vuoi essere informato sull'uscita di nuovi commenti su smartTrading?
Clicca qui: riceverai tutti i giorni, gratuitamente, l'analisi tecnica dell'indice Mibtel e il sommario delle analisi postate su sT.