21 agosto 2018
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
febbraio 2018 gennaio 2018 dicembre 2017
 
EM Bond ad un crocevia decisivo
di Gaetano Evangelista - 27/06/2018
Fisiologica correzione o downtrend primario? fino ad ora l'andamento dei bond emergenti ha seguito il profilo tipico di uno dei non pochi storni che questo ciclo ha regalato agli investitori per meglio posizionarsi. In effetti gli indicatori di momentum segnalano un livello di (moderato) ipervenduto non dissimile da quello fatto registrare durante il taper tantrum del 2013, e in...(segue)
Il ribasso dei Corporate IG non è ancora finito
di Gaetano Evangelista - 19/06/2018
L'inversione di tendenza sui corporate bond di maggiore qualità ha superato ormai i tre mesi di anzianità. Risale infatti al 13 marzo scorso il superamento della media mobile spartiacque, da parte dello spread fra obbligazioni dal rating "BBB" e lo yield dei Treasury decennali. Con ciò, si ribalta il segnale di acquisto scattato ad aprile 2016, quando lo spread scese sotto i 208...(segue)
Quando tornare a comprare Corporate bond "HY"?
di Gaetano Evangelista - 22/05/2018
Il mercato dei corporate bond europei ad alto rendimento, risponde molto bene ai segnali dell'analisi tecnica di lungo periodo. Ad inizio 2016, quando le turbolenze imperversavano, il Risk-adjusted Yield (RAY) si spingeva sopra i +5 punti, segnalando una condizione di ipercomprato di lungo periodo, che difatti di lì a breve favorì la svolta verso il basso dello yield...(segue)
Perché i rendimenti ora dovrebbero scendere
di Alvin A. River - 08/05/2018
Fa notizie in queste ora la previsione di Jamie Dimon, CEO di JP Morgan, che ha sentenziato rendimenti sui Treasury decennali americani al 4%, in conseguenza della maggiore domanda di fondi da parte del Tesoro americano. Ho la massima stima del boss di JPM, ma credo che la scomessa sia destinata ad insuccesso; almeno per quest'anno. Il motivo è riconducibile ad un rapporto...(segue)
Gli investitori abbandonano i Corporate bond
di Gaetano Evangelista - 03/05/2018
Dopo una prolungata stagnazione, l'indice Dow Jones dei Corporate Bond USA ha nettamente svoltato verso il basso. Un intero lustro di lateralità, mitigato dalle cedole comunque corrisposte agli investitori - all'asciutto invece in termini di capital gain - è stato seguito dallo sfondamento dell'argine rappresentato dall'"intorno" della media mobile a 200 giorni. Un supporto vitale...(segue)
Italia: la corsa alla stabilizzazione del debito pubblico
di Alvin A. River - 26/02/2018
L'appuntamento elettorale giunge nel momento in cui le finanze pubbliche godevano di un momento di rilassamento: da due anni a questa parte, il deficit di bilancio risulta inferiore alla soglia che determina l'innalzamento del rapporto fra debito pubblico e PIL; grazie ad una crescita economica che, combinata all'inflazione, risulta superiore all'onere medio del debito. La condizione...(segue)
La Cina prescrive l'acquisto di Treasury
di Gaetano Evangelista - 21/02/2018
Qualche giorno fa, sulle pagine del Rapporto Giornaliero, ci siamo occupati di un curioso fenomeno: la contrazione degli spread fra i bond governativi cinesi e i Treasury americani. Il premio pagato da Pechino sui titoli di Stato USA si è contratto a 100 punti base: appena un punto percentuale in più, rispetto ai T-Note. Un fenomeno che spiega abbondantemente il recente andamento...(segue)
Come guadagnare con rendimenti negativi
di Gaetano Evangelista - 09/02/2018
Il rendimento medio semplice dei bond governativi decennali di Germania, Svizzera e Giappone, si attesta correntemente ad 1/3 di punto percentuale. Ma, tuttora ci sono al mondo bond dal rendimento negativo dal valore superiore ai 7.1 trilioni di dollari! Benché si tratti di quasi la metà rispetto ai 12.2 trilioni di bond dal rendimento negativo in essere a metà 2016...(segue)
I beneficiari dell'avversione nei confronti dei Treasury
di Alvin A. River - 08/02/2018
Le incertezze sullo spostamento del tetto del debito federale, il surriscaldamento del mercato del lavoro con conseguente rischio di fiammate inflazionistiche e l'accelerazione della ripresa economica; hanno imposto negli Stati Uniti una brusca caduta del mercato obbligazionario locale. I rendimenti del Decennale ormai flirtano con la soglia del 3%. Ne hanno beneficiato...(segue)
Dico la mia sui tassi di interesse americani
di Alvin A. River - 21/09/2017
Oggi non si discute d'altro: l'orientamento emerso dal FOMC ha impattato pesantemente sui tassi di interesse globali. Negli Stati Uniti il rendimento dei Treasury è salito per la nona seduta consecutiva: circostanza sperimentata una manciata di volte dal 1970. Stamattina sul Rapporto Giornaliero di AGE Italia si legge una succulenta analisi sulle prospettive...(segue)
Da dove arriverà l'allarme per i tassi di interesse
di Gaetano Evangelista - 12/09/2017
L'eterna lotta fra deflazione e inflazione vede l'occasionale affermazione delle classi di investimento connesse a quest'ultima; ma, nel complesso, la netta affermazione alle asset class che beneficiano di una tendenza declinante o quantomeno stagnante dei prezzi al consumo. Verosimilmente, questa tendenza verrà meno quando i tassi di interesse...(segue)
Le implicazioni sui tassi della Exit Strategy della Fed
di Alvin A. River - 29/08/2017
A detta di tutti, è questione di "quando", non di "se": la Federal Reserve si accinge a rientrare dalla politica monetaria eccezionalmente accomodante degli anni passati, iniziando a non reinvestire i titoli acquistati nell'ambito dei vari programmi di Quantitative Easing succedutisi negli anni. Questo condurrà ad un moderato ma continuo ridimensionamento del bilancio...(segue)
La BCE si defila: quali rischi per i bond?
di Alvin A. River - 24/08/2017
Un timore ricorrente fra gli investitori, è che il disimpegno progressivo ventilato dalla Banca Centrale Europea sul fronte del programma di acquisto di titoli pubblici e privati (APP), messo in atto da Francoforte per risollevare l'economia europea; possa cagionare un brusco e indesiderato aumento dei tassi di interesse. Quanto è concreta questa aspettativa?(segue)
L'ultima parola sul mercato obbligazionario
di Gaetano Evangelista - 21/08/2017
Gli strategist non ci capiscono più niente. L'inflazione sembrava rialzare la testa, ma ora appare globalmente in ripiegamento. I tassi di interesse avrebbero dovuto crescere, per compensare le politiche finalmente reflazionistiche dei governi, ma da un certo punto in poi hanno puntato verso il basso, persuasi in ciò dalla percezione che il ciclo economico non sia così...(segue)
Dal QE al QT: quali effetti sui tassi?
di Alvin A. River - 19/07/2017
Nell'insalata di lettere in cui sguazziamo da nove anni, dobbiamo aggiungere un termine che presto diventerà di uso quotidiano: il QT, acronimo di Quantitative Tightening. Sì, perché è ormai palese che la Fed si accinga a ridurre il bilancio, mentre la BCE presto ridurrà l'entità degli acquisti mensili di titoli pubblici, dai correnti 60 miliardi di euro, a...(segue)
Tassi sui BTP troppo alti? O troppo bassi?
di Gaetano Evangelista - 10/07/2017
È un periodo particolarmente turbolento per il mercato obbligazionario. Che poi: sarebbe più opportuno esprimersi al plurale: i, mercati obbligazionari. Quelli pubblici, da suddividersi per scadenze brevi e scadenze lunghe; e fra emittenti in hard currency, ed emittenti in soft currency. E quelli privati: i corporate bond, della varietà high grade...(segue)
Il potere della BCE sui Corporate Bond
di Gaetano Evangelista - 03/07/2017
È passato ben più di un anno da quando la Banca Centrale Europea ha annunciato l'avvio di un programma di acquisti di titoli aziendali del debito (CBPP). L'impatto sui rendimenti è stato incontestabile - sia sui bond di maggiore qualità, sia sulle obbligazioni ad alto rendimento - e casomai si incomincia a scorgere un problema di scarsità di carta acquistabile.(segue)
Ancora margini sui Corporate dell'Eurozona
di Gaetano Evangelista - 01/06/2017
Si discute in questi giorni del nuovo minimo assoluto raggiunto dal livello medio dei rendimenti corrisposti dai corporate bond emessi e circolanti nell'area Euro. Lo yield è sceso al 2.67%: non così "high", si direbbe, ma sempre meglio dei bond governativi - è il ragionamento di investitori e gestori - che offrono rendimenti negativi fino a sei anni...(segue)
L'inflazione è una minaccia per il reddito fisso?
di Alvin A. River - 18/04/2017
La cautela delle banche centrali è ancora dominante. Questo vale in modo particolare in Europa, dove il tasso di disoccupazione, per quanto ovunque in calo, si mantiene ancora su livelli superiori rispetto a quelli antecrisi. E che dire dell'inflazione? il dato incorporato quotidianamente nelle aspettative di mercato è in netto ripiegamento da alcune...(segue)