17 ottobre 2017
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menų
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli pių letti:
ottobre 2017 settembre 2017 agosto 2017
 
Il destino dei tassi di interesse globali
di Alvin A. River - 28/09/2017
Come tutti sappiamo, la Federal Reserve ha annunciato il proposito di ridurre, ad un ritmo inizialmente molto cauto, il proprio bilancio: rinunciando a reinvestire i proventi ottenuti dalla scadenza dei titoli (Treasury e MBS) acquistati dal 2008 in poi nell'ambito dei vari programmi di Quantitative Easing. Va rilevato come altre banche centrali contribuiranno a...(segue)
Dico la mia sui tassi di interesse americani
di Alvin A. River - 21/09/2017
Oggi non si discute d'altro: l'orientamento emerso dal FOMC ha impattato pesantemente sui tassi di interesse globali. Negli Stati Uniti il rendimento dei Treasury è salito per la nona seduta consecutiva: circostanza sperimentata una manciata di volte dal 1970. Stamattina sul Rapporto Giornaliero di AGE Italia si legge una succulenta analisi sulle prospettive...(segue)
Da dove arriverā l'allarme per i tassi di interesse
di Gaetano Evangelista - 12/09/2017
L'eterna lotta fra deflazione e inflazione vede l'occasionale affermazione delle classi di investimento connesse a quest'ultima; ma, nel complesso, la netta affermazione alle asset class che beneficiano di una tendenza declinante o quantomeno stagnante dei prezzi al consumo. Verosimilmente, questa tendenza verrà meno quando i tassi di interesse...(segue)
Le implicazioni sui tassi della Exit Strategy della Fed
di Alvin A. River - 29/08/2017
A detta di tutti, è questione di "quando", non di "se": la Federal Reserve si accinge a rientrare dalla politica monetaria eccezionalmente accomodante degli anni passati, iniziando a non reinvestire i titoli acquistati nell'ambito dei vari programmi di Quantitative Easing succedutisi negli anni. Questo condurrà ad un moderato ma continuo ridimensionamento del bilancio...(segue)
La BCE si defila: quali rischi per i bond?
di Alvin A. River - 24/08/2017
Un timore ricorrente fra gli investitori, è che il disimpegno progressivo ventilato dalla Banca Centrale Europea sul fronte del programma di acquisto di titoli pubblici e privati (APP), messo in atto da Francoforte per risollevare l'economia europea; possa cagionare un brusco e indesiderato aumento dei tassi di interesse. Quanto è concreta questa aspettativa?(segue)
L'ultima parola sul mercato obbligazionario
di Gaetano Evangelista - 21/08/2017
Gli strategist non ci capiscono più niente. L'inflazione sembrava rialzare la testa, ma ora appare globalmente in ripiegamento. I tassi di interesse avrebbero dovuto crescere, per compensare le politiche finalmente reflazionistiche dei governi, ma da un certo punto in poi hanno puntato verso il basso, persuasi in ciò dalla percezione che il ciclo economico non sia così...(segue)
Dal QE al QT: quali effetti sui tassi?
di Alvin A. River - 19/07/2017
Nell'insalata di lettere in cui sguazziamo da nove anni, dobbiamo aggiungere un termine che presto diventerà di uso quotidiano: il QT, acronimo di Quantitative Tightening. Sì, perché è ormai palese che la Fed si accinga a ridurre il bilancio, mentre la BCE presto ridurrà l'entità degli acquisti mensili di titoli pubblici, dai correnti 60 miliardi di euro, a...(segue)
Tassi sui BTP troppo alti? O troppo bassi?
di Gaetano Evangelista - 10/07/2017
È un periodo particolarmente turbolento per il mercato obbligazionario. Che poi: sarebbe più opportuno esprimersi al plurale: i, mercati obbligazionari. Quelli pubblici, da suddividersi per scadenze brevi e scadenze lunghe; e fra emittenti in hard currency, ed emittenti in soft currency. E quelli privati: i corporate bond, della varietà high grade...(segue)
Il potere della BCE sui Corporate Bond
di Gaetano Evangelista - 03/07/2017
È passato ben più di un anno da quando la Banca Centrale Europea ha annunciato l'avvio di un programma di acquisti di titoli aziendali del debito (CBPP). L'impatto sui rendimenti è stato incontestabile - sia sui bond di maggiore qualità, sia sulle obbligazioni ad alto rendimento - e casomai si incomincia a scorgere un problema di scarsità di carta acquistabile.(segue)
Ancora margini sui Corporate dell'Eurozona
di Gaetano Evangelista - 01/06/2017
Si discute in questi giorni del nuovo minimo assoluto raggiunto dal livello medio dei rendimenti corrisposti dai corporate bond emessi e circolanti nell'area Euro. Lo yield è sceso al 2.67%: non così "high", si direbbe, ma sempre meglio dei bond governativi - è il ragionamento di investitori e gestori - che offrono rendimenti negativi fino a sei anni...(segue)
L'inflazione č una minaccia per il reddito fisso?
di Alvin A. River - 18/04/2017
La cautela delle banche centrali è ancora dominante. Questo vale in modo particolare in Europa, dove il tasso di disoccupazione, per quanto ovunque in calo, si mantiene ancora su livelli superiori rispetto a quelli antecrisi. E che dire dell'inflazione? il dato incorporato quotidianamente nelle aspettative di mercato è in netto ripiegamento da alcune...(segue)
Il nuovo spread da monitorare: FraGer
di Gaetano Evangelista - 07/02/2017
A 76.7 punti base, lo spread di rendimento decennale fra Francia e Germania ha raggiunto ieri un livello che non si registrava dalla fine del 2012; ma sarebbe concettualmente più corretto risalire alla prima e unica volta che il differenziale fra gli yield delle prime due economie continentali ha raggiunto questa soglia: eravamo ad agosto 2011...(segue)
Corporate Bond: meglio USA o Europa?
di Alvin A. River - 17/01/2017
In attesa che entri nel vivo la stagione degli utili del quarto trimestre 2016, possiamo apprezzare come nel III quarto dello scorso anno la redditività aziendale abbia finalmente perso il segno rosso che l'ha caratterizzato per diversi trimestri: negli Stati Uniti, come nell'area Euro, in Giappone e nel resto del mondo. Ma questo è solo uno degli elementi da considerare, quando si valuta...(segue)
Sui Treasury USA l'aggiustamento non č ancora terminato
di Gaetano Evangelista - 07/12/2016
I processi di aggiustamento che seguono il conseguimento di condizioni di eccesso, possono tipicamente essere violenti, ma rapidi; oppure morbidi, ma terribilmente estesi nel tempo. Lo stesso principio si applica al mercato obbligazionario; americano, in particolare. Dove a metà anno il Treasury decennale ha raggiunto una condizione di ipercomprato...
(segue)
Tapering sė, tapering no
di Gaetano Evangelista - 10/10/2016
Che succede sull’obbligazionario? In particolare dalle nostre parti? È una domanda che – per chi di mestiere fa l’analista – si sempre più spesso rivolgere. Si è notato come da un po’ di tempo i rendimenti dei decennali abbiano ricominciato a salire. Che prospettive abbiamo di fronte? Anche perché c’è chi sostiene che i tassi a zero...(segue)
Brexit/Bremain e il destino dei BTP italiani
di Alvin A. River - 23/06/2016
Sono ore febbrili. La tensione è palpabile, e l'attenzione è tutta puntata verso il Meridiano Zero: resterà Londra nell'Unione, o sceglierà l'avventura della solitudine? mancano poche ore all'esito di uno degli appuntamenti più sentiti di quest'anno. Gli investitori si chiedono quale sorte spetterà ai titoli di Stato italiani: saranno travolti dalle vendite...(segue)
Come scommettere sull'inflazione USA
di Gaetano Evangelista - 01/06/2016
Quello in esame è stato un nostro cavallo di battaglia all'inizio dell'anno: i titoli di Stato USA, dalla cedola costante, ma il cui sottostante è collegato all'inflazione (per cui la remunerazione percentuale è calcolata su un capitale in eventuale rivalutazione nel tempo). Di questi strumenti del Tesoro americano, è disponibile un ETF...(segue)
Č il momento di puntare sui Corporate HY?
di Alvin A. River - 06/04/2016
La domanda che molti investitori si pongono è se, a fronte dei rendimenti attualmente raggiunti, convenga puntare sui corporate bond ad alto rendimento (HY). Le obbligazioni aziendali USA propongono infatti correntemente uno yield dell'8.35%: più basso del 10% raggiunto a febbraio, ma pur sempre allettante. Bisogna capire se questo rendimento...(segue)
Č giunto il momento di comprare EM Bond?
di Alvin A. River - 02/03/2016
Nell'ultimo anno abbiamo assistito ad un continuo aumento dei rendimenti sui titoli governativi emergenti (EM Bond). Escludendo opportunamente i bond di Cina, Corea e Taiwan - stati in surplus di bilancia corrente e dalla bassa inflazione - notiamo come il rendimento medio degli EM sia salito in un anno dal 7.30 all'8.35%, prima di ripiegare negli ultimi due mesi.(segue)
La Fed č amica o nemica dei Corporate bond?
di Alvin A. River - 13/01/2016
L'attenzione degli investitori è puntata verso la stagione degli utili trimestrali, ufficiosamente aperta con il rilascio dei dati da parte di Alcoa. Gli analisti si chiedono se la contrazione degli EPS, già sperimentata nel terzo trimestre, sia un fenomeno passeggero o destinato ad essere reiterato. Propenderemmo per la seconda ipotesi: la previsione...(segue)
Tassi USA in salita, ma siamo sotto resistenza
di Gaetano Evangelista - 12/11/2015
Come abbiamo commentato in questi giorni, la prospettiva virtualmente certa di un aumento dei tassi di interesse ufficiali produce effetti su tutta la curva dei rendimenti americana e aggiungeremmo mondiale, stando ai precedenti storici. D'accordo che "questa volta è differente", vista l'eccezionalità delle condizioni monetarie indotte dagli...(segue)
Spread Ita-Ger in vista dei 100 punti base
di Gaetano Evangelista - 20/10/2015
Continua la compressione degli spread degli stati membri dell'area Euro rispetto al benchmark tedesco. Il rendimento del BTP paga un premio di nuovo prossimo alla doppia cifra: a 103 punti base, è il livello più contenuto degli ultimi sette mesi. Prima di marzo, per ritrovare uno spread così basso occorrerebbe risalire ad aprile 2010.(segue)
La Yellen aumenta i tassi? ecco le implicazioni per il Bund
di Alvin A. River - 10/09/2015
Si fa ormai febbrile l'attesa per un primo aumento dei tassi ufficiali americani da parte della Federal Reserve, che promette - o minaccia, a seconda dei punti di vista - di avere implicazioni per diversi mercati azionari. Anche in Europa: sebbene le condizioni attuali siano per certi versi eccezionali, disponiamo di uno storico che ci dovrebbe consentire...(segue)
Volatilitā sui bond elevata, ma in tendenziale calo
di Gaetano Evangelista - 26/06/2015
La denuncia proviene nientemeno che dal governatore Draghi, che ha invitato gli investitori a fronteggiare la concreta minaccia di un aumento della volatilità sul mercato dei titoli del debito. Il timore paventato è che le tendenze deflazionistiche, mai sopite, e la pressione sui prezzi al consumo generata dal crollo del petrolio, cagionino...(segue)
Fuga dai fondi obbligazionari
di Alvin A. River - 15/06/2015
Come è consuetudine, gli investitori "esprimono con i piedi" il loro disagio per il gramo andamento del mercato obbligazionario di quest'anno. La settimana passata ha fatto registrare il più consistente deflusso dai fondi obbligazionari (-5.9 miliardi di dollari) degli ultimi 18 mesi. Disinvestimenti massicci sono stati registrati...(segue)