12 dicembre 2017
Diventa SmartTrader Abbonati
Accesso riservato
  Recupera dati accesso
Login login
Clippings menù
  Per inserire un articolo cliccare sull'icona Clipping accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
Clip login
Gli articoli più letti:
dicembre 2017 novembre 2017 ottobre 2017
Basso rischio bolla per l'equity: il Ftse Mib farà ancora bene?
di redazione - 24/10/2017
«Penso ci sia ormai una bolla nel numero di volte che è invocata la presenza di una bolla. Trovo sia un aspetto salutare: è sano scetticismo che contribuisce alla preservazione della tendenza positiva. Nulla di nuovo: è fenomeno visto per tutti gli ultimi quasi nove anni di bull market. Da 0 a 100 la probabilità di trovarci in bolla in questo momento è 24».
 
Lo S&P farà fatica a superare i 2650 punti
di Bernie Schaeffer - 11/12/2017
È tempo di rispolverare una strategia che abbiamo già incontrato altre volte nel passato: il comportamento dello S&P500 nelle settimane successive ad una riunione del FOMC in cui sono aumentati i tassi di interesse; rispetto alle circostanze risoltesi in un nulla di fatto. Il pattern è emerso con forza a partire dal meeting di dicembre 2015. In parole semplici...(segue)
Il driver del FANG
di Alvin A. River - 07/12/2017
A molti è sfuggito il generoso sconto offerto correntemente dal FANG: acronimo che include Facebook, Amazon, Netflix e la ex Google. Il Price/Earnings è passato da 64 volte gli utili, alle attuali 36 volte. Quasi la metà, rispetto al picco di due anni fa, e sui livelli di multiplo più contenuti perlomeno degli ultimi cinque anni. Mai come oggi, insomma, è stato insensato parlare di...(segue)
Una sequenza eccezionale per lo S&P500
di Bernie Schaeffer - 04/12/2017
Lo S&P500 ha chiuso anche il mese di dicembre in positivo: per l'ottavo mese di fila. Lo studio che proponiamo oggi, esamina cosa aspettarsi alla fine del mese successivo a questa successione, che storicamente è stata sperimentata altre nove volte. Sarà una indicazione utile circa le aspettative che si vanno formando per il 2018. Partiamo dal fatto che dicembre...(segue)
Preoccuparsi dell'RSI in ipercomprato mensile?
di Alvin A. River - 04/12/2017
Gli investitori si interrogano circa la sostenibilità di un rialzo che in questi ultimi nove anni ha prodotto plusvalenze stellari. D'altro canto, se i manuali di analisi tecnica prescrivono cautela quando gli indicatori di momentum entrano in ipercomprato (ma raccomandano di comprare quando entrano in ipervenduto; come occorso nel 2009...), l'informazione andrà pur presa...(segue)
Alla scoperta del Black Friday Indicator
di Bernie Schaeffer - 29/11/2017
Solitamente la settimana del Ringraziamento, sebbene di intonazione bullish, è tutt'altro che volatile. La settimana successiva è ancora più brillante, in termini di frequenza benigna. Questo però non vuol dire comprare alla riapertura delle contrattazioni dopo la festività: le prime due sedute spesso si sono rivelate storicamente impegnative. L'ideale è attendere fino al...(segue)
Cosa ci aspetta fino alla fine dell'anno
di Alvin A. River - 29/11/2017
Non sorprende la vitalità dei mercati azionari di questo scorcio finale di un esaltante 2017. Alla faccia della scaramanzia, l'anno corrente ha gonfiato di plusvalenze le tasche degli investitori: soprattutto grazie all'azione della stagionalità, prevedibile come non mai: in effetti è stato come disporre di una mappa leggibilissima del tesoro dei pirati. Con riferimento a...(segue)
Tutti pazzi per le opzioni call azionarie
di Bernie Schaeffer - 27/11/2017
Una settimana breve per la festività del Ringraziamento, non ha impedito allo S&P500 di raggiungere un nuovo massimo storico. Questa volta è quota 2.600 punti a cedere, sotto i colpi degli acquisti. Secondo alcuni osservatori, l'attività di ricopertura ha giocato un ruolo rilevante. In effetti, l'esame del rapporto bimensile rivela il riacquisto di azioni vendute in precedenza...(segue)
Cosa dice la checklist del bear market?
di Alvin A. River - 27/11/2017
Gli analisti di Citi Research fanno sfoggio di ottimismo; il che, in questi tempi di generale scetticismo e diffidenza, certo non dispiace. Naturalmente si tratta di un approccio semplicistico e non certo definitivo; ma ci piace l'idea di una checklist del bear market: un elenco di 18 fattori, che includono fondamentali, pendenza della curva dei rendimenti, sentiment degli investitori...(segue)
E poi dicono che la storia non si ripete!
di Alvin A. River - 23/11/2017
Non è stato un mese di novembre indimenticabile per le borse europee. Lo Stoxx600 ha ceduto dai massimi più del 4%, prima di recuperare nei mesi più recenti. I ribassisti fanno notare che la resistenza rappresentata dai massimi del 2000, del 2007 e del 2015, è ancora intatta al suo posto; per cui non è ancora da stappare lo champagne. Vero. Ma essi non sanno che...(segue)
S&P500: comprare la rottura dei supporti
di Bernie Schaeffer - 20/11/2017
La settimana scorsa Wall Street è rimasto vittima di prese di beneficio collegate a timori di rallentamento dell'economia mondiale, dopo il rilascio di dati deludenti sull'espansione in Cina. L'azione dello S&P attorno alle mezze cifre centenarie ha aderito comunque al solito schema: il che conforta gli investitori, assieme al fatto che le settimane successive ai FOMC...(segue)
Ottimismo a Wall Street: disperata la situazione a Piazza Affari
di redazione - 17/11/2017
«Se penso a quanta strada abbiamo percorso nell’ultimo anno, mi vien da sorridere, immaginando il volto attonito di chi profetizzava sciagure. Persino George Soros, che sulla borsa americana aveva scommesso pesantemente riempiendosi di opzioni put sullo S&P, ha dovuto capitolare Trovo che parecchi investitori vedano ancora nella direzione sbagliata».(segue)
L’Hindenburg Omen fa tremare gli investitori
di Gaetano Evangelista - 17/11/2017
Lo scontro fra le forze in campo si intensifica. Mentre Wall Street fa registrare la seconda volatilità più contenuta dal Dopoguerra ad oggi – per trovare un periodo ancor meno volatile bisogna risalire al 1964 – analisi e investitori fanno a gara nel trovare elementi che possano finalmente – dura restare a guardare il bull market più spettacolare di questa generazione...(segue)
Le 20 azioni da comprare per i prossimi sei mesi
di Bernie Schaeffer - 16/11/2017
Wall Street si mantiene vicina ai massimi. Lo S&P ha guadagnato quest'anno il 15%, prima della pausa degli ultimi giorni. La stagionalità è ancora a favore degli investitori, stando all'andamento sperimentato negli ultimi cinquant'anni: il periodo compreso fra novembre e aprile è stato positivo per Wall Street nel 76% dei casi, con una performance media (+6.5%), che sale al 10.84%...(segue)
Aiuto, la curva si sta restringendo!
di Alvin A. River - 15/11/2017
Gli investitori sono scossi (sai che notizia. È da quasi nove anni che lo sono: da quando è iniziato questo bull market...): i tassi di interesse continuano a salire, e negli Stati Uniti sono ai massimi dal 2008. Questo ha comportato un vistoso appiattimento della curva dei rendimenti, con lo spread fra 10 e 2 anni che appare destinato a restringersi ulteriormente, se le aspettative...(segue)
Avvisaglie di consolidamento per lo S&P500
di Bernie Schaeffer - 13/11/2017
Per la seconda volta negli ultimi due mesi, la passata settimana lo S&P è sceso sotto la sua media a 20 giorni: ma ciò non ha impedito all'indice di terminare l'ottava pressoché invariato. Alcuni operatori lamentano il timore che l'amministrazione non riesca a far approvare la riforma fiscale, ma il recupero di Wall Street è incominciato proprio quando...(segue)
Dove ho già visto questo pattern?
di Gaetano Evangelista - 09/11/2017
L’aspetto intrigante di questi nove anni di bull market, è la natura timida, placida del movimento: rialzi di entità contenuta, quasi impercettibili; che alimentano dubbi in chi ha comprato («non ce la fa più») e certezze in chi non ha comprato. Ci fossero sedute da +2%, gli emarginati del listino accantonerebbero le cautele e impiegherebbero la copiosa liquidità parcheggiata...(segue)
Quale target per lo S&P in base ai fondamentali?
di Alvin A. River - 08/11/2017
Di solito l'attenzione degli investitori si sofferma sul valore assoluto dei multipli borsistici; e non, dati (statistiche) alla mano, sulle implicazioni concrete dei livelli raggiunti dal Price/Earnings. Concetti come l'analisi della regressione lineare sfuggono giustamente all'investitore medio; ed è un peccato, perché è possibile proiettare un target per lo S&P sulla base della...(segue)
Una sequenza benigna (ma moderata)
di Bernie Schaeffer - 07/11/2017
Lo S&P500 ha guadagnato circa il 2% ad ottobre, ed è sulla buona strada verso una successione di sette mesi positivi di fila. Da marzo 2009, si contano soltanto altri due precedenti: nessuno dei quali ha contemplato un ottavo mese positivo. Il primo episodio risale a settembre 2009, quello più recente risale a maggio 2013. Se però partissimo dal 1929, riscontreremmo ben 16...(segue)
Un lusso a cui non siamo disposti a rinunciare
di Alvin A. River - 06/11/2017
Torniamo sulla questione della valutazione di mercato. Ci sono diversi parametri contemplabili, e già questo complica la vita: perché non esiste una misura univoca, e la confusione monta. Il Price/Earnings forward, ad esempio, segna 17.7 volte gli utili attesi nei prossimi dodici mesi: siamo soltanto lievemente sopra la media storica, pari a 16.0 volte. Non così tanto.(segue)
La Fed può favorire ulteriori rialzi dello S&P
di Bernie Schaeffer - 30/10/2017
Con la riforma fiscale che sale in cima alle priorità della Casa Bianca, la settimana passata ha visto il mercato confermare il tono favorevole degli anni passati. Cresce nel frattempo l'attesa per la prossima riunione della Federal Reserve, prevista per mercoledì, con Trump che nei giorni immediatamente successivi annuncerà il nuovo Chairman. Le ultime voci puntano...(segue)